Schiacciata con l’uva

DIARIO DI BELCORVO

STORIE
DI TERRA
E DI VINO

Data
Settembre 2020

25 SETTEMBRE

Schiacciata con l’uva

Prima di cominciare… un consiglio!
Per ottenere una focaccia morbida e saporita come quella della vera tradizione fiorentina è necessario rispettare i tre momenti di lievitazione indicati dalla ricetta.
La panificazione è fatta di lunghe attese e grandi soddisfazioni, per cui… non abbiate fretta e prendetevi il giusto tempo in cucina!

INGREDIENTI
Per il preimpasto:

– 100 gr di farina 0
– 50 ml di latte intero
– 50 ml di acqua tiepida
– 10 gr di lievito di birra fresco
– 1 cucchiaino di zucchero

Per l’impasto:

– 400 gr di farina 0
– 50 ml di latte intero
– 150 ml di acqua
– 100 gr di zucchero
– 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 pizzico di sale

Per guarnire:

– 700 gr di uva da tavola nera (piccola e dolce, come la Canaiola o l’Uva fragola)
– 4 cucchiai di zucchero
– 4 cucchiai di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

1) Sciogliete il cubetto di lievito in 50 ml di acqua tiepida.
2) In una terrina ampia, preparate il preimpasto mescolando con una forchetta i 100 gr di farina, i 50 ml di latte, il lievito disciolto e il cucchiaino di zucchero.
3) Coprite la terrina con la pellicola trasparente, mettetela in un luogo non freddo e lasciate lievitare l’impasto per circa 1 ora.
4) Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume, cominciate a lavorarlo (a mano, oppure con la planetaria) aggiungendo gradualmente la farina, l’acqua, il latte e lo zucchero. Per ultimi, aggiungete l’olio evo e 1 pizzico di sale, assicurandovi che l’olio venga ben assorbito dall’impasto.
5) Impastate a mano il composto per qualche minuto sul piano di lavoro infarinato, fino a che non diventerà morbido e liscio.
6) Formate una palla, riponetela in una terrina, coprite con la pellicola trasparente e mettete a lievitare in un luogo asciutto e temperato per circa 3 ore, o comunque fino a che l’impasto non avrà triplicato il proprio volume.
7) Nel frattempo, lavate e asciugate con la carta assorbente i chicchi di uva.
8) Quando l’impasto è pronto, dividetelo in due panetti.
9) Ungete con l’olio una teglia rettangolare da forno e adagiatevi uno dei due panetti. Stendetelo sulla teglia allargandolo direttamente con le mani.
10) Usate metà dei chicchi di uva per farcire la focaccia, adagiandoli sul primo strato di impasto e spolverandoci poi sopra due cucchiai di zucchero e due cucchiai di olio.
11) Sulla spianatoia stendete e allargate il secondo panetto di impasto, per poi adagiarlo in teglia sopra il primo strato. Fate in modo di unire i bordi dei due strati.
12) Ricoprite la superficie della focaccia con l’altra metà dei chicchi di uva, premendoli leggermente in modo da fissarli bene all’impasto.
13) Riponete la teglia nel forno spento e lasciatela lievitare per circa 1 ora e mezza. Prolungate il tempo di lievitazione se volete una focaccia ancora più alta!
14) Quando l’impasto sarà almeno raddoppiato, estraete la teglia dal forno. Cospargete la focaccia con gli ultimi due cucchiai di zucchero e i due di olio.
15) Accendete il forno in modalità statica a 180° e, quando sarà pronto, infornate la focaccia e lasciatela cuocere per circa 25-30 minuti.
16) Quando la superficie risulterà ambrata e l’uva avrà cominciato a sciogliersi, la vostra schiacciata con l’uva alla fiorentina sarà pronta! Potete servirla sia calda che fredda, tagliata a strisce, come da tradizione!

OTTIMA CON… un prosecco aromatico!

Probello frizzante – L’allegria delle bollicine si unisce a un profumo fruttato e carezzevole, che allieta i sensi con leggerezza e accompagna ogni piatto, dall’antipasto al dolce. Dotato di ottima freschezza e personalità, il nostro Probello Frizzante, dalla linea Belcorvo Blend, è senz’altro un abbinamento da provare con la schiacciata all’uva di questo mese!

Prosecco frizzante – Una bottiglia da stappare in compagnia per godersi i momenti conviviali con chi ci sta a cuore. Il nostro Prosecco frizzante nasce dalle uve dei vigneti di Ogliano, incastonati nelle colline tra Conegliano e Valdobbiadene. Un bouquet fruttato e floreale unico, capace di esaltare qualunque piatto.