La magia del vino novello

DIARIO DI BELCORVO

STORIE
DI TERRA
E DI VINO

Data
Ottobre 2020
vino-novello

16 OTTOBRE

La magia del vino novello

Non chiamatelo semplicemente “Vino Nuovo”! Il Vino Novello è molto di più.
Se con “vino nuovo” si intendono tutti i vini prodotti a seguito dell’ultima vendemmia, con l’etichetta “Vino Novello” si possono contraddistinguere solamente i vini prodotti seguendo un preciso metodo di vinificazione.

Subito dopo la vendemmia, infatti, le uve riservate alla produzione del vino Novello vengono lasciate fermentare senza essere prima state pigiate. Ma come avviene, allora, la fermentazione?
I grappoli selezionati (che devono essere rigorosamente integri) vengono posti in un contenitore saturo di anidride carbonica, motivo per il quale questo tipo particolare di procedimento viene chiamato “macerazione carbonica”. A mano a mano che la macerazione si compie, l’uva si schiaccia sotto il proprio peso, rilasciando il liquido. Dopo un periodo di circa 10-12 giorni, ciò che resta delle uve viene pigiato e si prosegue coi metodi di vinificazione tradizionali.

Per essere definito Novello, un vino deve essere composto almeno per il 40% da uve fermentate per macerazione carbonica, macerazione che deve essere durata almeno 10 giorni. Inoltre deve presentare una gradazione alcolica minima dell’11% e avere un contenuto di zuccheri residui non superiore ai 10 g/l.

Il più classico Vino Novello è di un bel rosso brillante e le sue caratteristiche – oltre alla giovane età – sono inconfondibili. Si tratta di un vino leggero, piacevolmente frizzante e fresco, dalla bassa gradazione alcolica, in cui le intense note fruttate impreziosiscono deliziosamente il bouquet aromatico.

Il Novello è il vino stagionale per eccellenza. Pronto poco dopo la vendemmia, può essere consumato solo entro un brevissimo lasso di tempo. La stessa legislazione in merito indica il periodo tra il 30 ottobre e il 31 dicembre come l’unica finestra temporale possibile per imbottigliare e mettere sul mercato i vini Novelli. Per la sua particolare metodologia di produzione, che lo priva del contenuto in tannini (i principali conservanti del vino), il Novello è un vino che va consumato velocemente, entro 6 mesi dalla sua immissione sul mercato.

Come le foglie rosse, gialle e brune, che deliziano il nostro sguardo solo per poche settimane, anche il Vino Novello è un piacere passeggero da godere tutto d’un fiato.

Siamo riusciti a solleticare la tua voglia di vino Novello?
Da fine ottobre potrai trovare il Merlot Novello di Tenuta Belcorvo!

Appassionato di Vino sfuso?
Cerca il Rosso Novità tra le etichette della linea Belcorvo Blend!